Welfare aziendale: come comunicarlo ai dipendenti

Far conoscere ai dipendenti tutte le opportunità che offre il welfare in azienda è molto importante

L’insieme di benefici offerti dall’azienda tramite un piano di welfare crea benessere per i dipendenti, migliorando la loro qualità di vita e quella dei propri familiari. I collaboratori, infatti, possono utilizzare il credito welfare per shopping, viaggi, attività sportive, formazione, servizi sanitari, materiale scolastico, trasporti e molto altro.

Per fare in modo che tutte queste opportunità vengano sfruttate al meglio, è importante che l’azienda informi i lavoratori in modo chiaro e completo. Vediamo come farlo!

Come informare i dipendenti sul welfare aziendale

Dopo aver adottato un piano di welfare aziendale, i dipendenti devono essere informati delle sue condizioni. Solitamente questa comunicazione può avvenire tramite uno dei canali dedicati alla comunicazione interna: via mail, tramite la intranet aziendale, consegnando una copia cartacea del regolamento di welfare oppure attraverso l’affissione in bacheca nella sede di lavoro.

Qualsiasi sia la modalità prescelta, si consiglia di trattare i seguenti punti nella comunicazione rivolta ai dipendenti:

  • spiegare le motivazioni che hanno portato all’attivazione di un piano welfare, quali sono le prospettive aziendali e i benefici che possono avere un impatto positivo sui lavoratori e le loro famiglie;
  • illustrare il regolamento di welfare aziendale completo, mettendo in evidenza le informazioni più rilevanti come il valore del credito assegnato, le modalità di impiego e la scadenza di utilizzo;
  • fornire indicazioni chiare su come accedere ai servizi messi a disposizione dal provider di servizi welfare, rendendo i dipendenti capaci di agire in completa autonomia.

MySarma ha un’interfaccia estremamente intuitiva, sia sulla sua piattaforma online che nella sua app mobile. Questa attenta progettazione permette alle aziende e ai dipendenti di navigare agevolmente, verificare il proprio credito e scegliere le modalità per spenderlo, senza perdere tempo e senza difficoltà.

Come provider, il nostro obiettivo è semplificare l’erogazione dei servizi welfare, per questo il primo passo è stato creare una piattaforma semplice da utilizzare anche in autonomia.

E se la comunicazione del welfare aziendale ai dipendenti non funziona?

Se l’azienda nota che non tutti i dipendenti stanno sfruttando pienamente i vantaggi del welfare aziendale, è opportuno evidenziare ulteriormente tutti i benefici del welfare tramite una nuova comunicazione ai dipendenti, che sia diversa dalla precedente e possibilmente più coinvolgente.

Come? Ecco alcune idee:

  • un video che illustri in modo chiaro, con l’aiuto di illustrazioni animate o attori, esempi pratici di come accedere in piattaforma e spendere il credito welfare;
  • un evento online o in presenza che mostri ai dipendenti come accedere alle opportunità del welfare aziendale, fornendo indicazioni rapide e rispondendo ad eventuali dubbi e chiarimenti in tempo reale; 
  • una campagna interna di engagement che possa raccogliere le esperienze di chi ha già utilizzato i servizi welfare per poi condividere le storie tramite newsletter aziendale per informare e ispirare gli altri dipendenti. 

Quale tono di voce adottare per comunicare il welfare aziendale ai dipendenti

Il tono di voce rappresenta lo stile comunicativo attraverso il quale l’azienda si esprime: la scelta delle parole deve essere coerente con i valori e l’immagine del brand.

Pertanto, se la stesura del regolamento richiede necessariamente un tono formale, per la spiegazione dei punti più rilevanti si può optare per un tono più immediato, poiché l’obiettivo è catturare l’attenzione del lavoratore. La coerenza tra il tono utilizzato e la finalità della comunicazione risulta fondamentale per trasmettere in modo efficace il messaggio aziendale.

Non hai le idee chiare sul genere di comunicazione che vuoi esprimere verso i tuoi dipendenti? Se hai bisogno di un parere, chiedi pure al nostro Welfare Guru!

Sei una PMI? Scarica la guida gratuita che spiega come predisporre, redigere, comunicare e monitorare un piano di welfare.

Scroll to Top